Come ti scarico gli Oscar

26 Feb

Dal 2003 Andy Baio raccoglie dati sulla distribuzione on-line dei film che hanno ricevuto una nomination all’Oscar. Lo scopo della sua ricerca pluriennale è quello di monitorare l’andamento dei leak dei film canditati all’Oscar in relazione alla distribuzione ufficiale.

Primo dato interessante: dopo diversi anni di inutili tentativi, la MPAA sembra essere riuscita nel tentativo di contenere le fughe degli screener sui circuiti P2P. Quest’anno solo 8 film su 33 sono finiti nei siti di file sharing prima della release ufficiale sui canali legali.

Screeners Leaked - Andy Baio

Screeners Leaked - Andy Baio

Sebbene si sia ridotto drasticamente il numero di film nominati all’Oscar che vengono piratati prima della release ufficiale, ancora è lontana l’idea di una distribuzione valida e capace di sfruttare le potenzialità dei un evento mediale come la notte degli Oscar.

Altro dato interessante: il tempo medio che intercorre dalla distribuzione theatrical al primo leak è diminuito in modo sensibile: da 137 giorni del 2003 si è passati ai 94 del 2012. Tuttavia, se si considera che il risultato è spalmato su un tempo di quasi dieci anni, il traguardo non sembra poi così entusiasmante .

Median Days from U.S. Realeas and Retail Leak -Andy Baio

Median Days from U.S. Realeas and Retail Leak -Andy Baio

Inoltre, i pirati sembrano impiegare sempre più tempo a piratare i contenuti. Questo dato è correlato alla diminuzione della popolarità delle versioni pirata a bassa qualità: le registrazioni dalla sala hanno sempre meno valore per chi scarica rispetto ai rip di DVD o Blu Ray (e come non essere d’accordo!).

Il resto della ricerca lo trovate su Waxy.

All’MPAA non resta che accorciare il più possibile i tempi di distribuzione dei film sui canali legali soprattutto se si trova a maneggiare titoli dal rendimento moderato al botteghino: questi ultimi generalmente funzionano meglio sui servizi di distribuzione legale e mostrano un appeal minore sui circuiti P2P, se paragonati ai blockbuster.

La questione dei leak dei film candidati agli Oscar mette in rilievo un problea più complesso e ancora inesplorato: rimane da capire se i movie leak possano funzionare come strumento promozionale. Considerato che la maggior parte dei leak è imputabile a un industry insider è stata più volte ventilata l’ipotesi che il leak possa funzionare come strumento di marketing virale, capace di creare rumore e portare persone al cinema, come è successo con Wolverine, Batman: The Dark Knight, e Harry Potter e i doni della morte – Parte 1.

Voi che ne dite?

Annunci

3 Risposte to “Come ti scarico gli Oscar”

  1. dario febbraio 27, 2012 a 8:29 am #

    Come scrivi, ma non mi sembra metti abbastanza in evidenza, il calo degli screener vuol dire soltanto che la qualità del materiale pirata è aumentata e il pubblico è diventato più esigente. La pirateria ha superato la “soglia della notorietà”, come la chiamava Foucault per altre cose.

    • yurg febbraio 27, 2012 a 1:57 pm #

      Sì certo vale come discorso generale. Sulla questione Oscar invece è più articolato: l’MPAA ha lavorato con watermark e altri strumenti per evitare che i film “sfuggissero” da uno dei membri dell’accademy. Invece sono sempre più frequenti i leak di film blockbuster: un fatto interessante, ma ancora da capire…

      • dario giugno 4, 2012 a 1:51 pm #

        Già, forse si può paragonare questo fenomeno (pirateria dei Blockbuster) con gli onnipresenti hashtag su Justin Bieber su Twitter.
        La base di utenti è molto ampia e quindi è comunque più facile che il materiale venga piratato e giri su internet. Sappiamo che è più difficile trovare Bertolucci che non Cameron online.

        (Tra parentesi, è a mio avviso uno dei principali motivi per cui non c’è ragione di preoccuparsi della pirateria: un blockbuster guadagna comunque miliardi, mentre un film di nicchia troverà comunque gente disposta a pagare andando al cinema o comprando il materiale originale. L’odio per la pirateria dipende soltanto dall’avidità della distribuzione, che rimane pur sempre ricchissima, e gli autori non perdono un centesimo o quasi…)

        Gran bel blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: